Cura Del Tatuaggio

Sfatiamo qualche mito e vediamo insieme come curare i nostri fantastici tatuaggi.

Cura del tatuaggio

Come ben sappiamo, il tatuaggio è un’arte pittorica del corpo umano che consiste nell’inserire del pigmento nella cute.
Questo processo può essere più o meno doloroso a seconda di alcune variabili quali la tecnica utilizzata, la parte del corpo dove si fa il tatuaggio e la soglia del dolore.

Ad ogni modo, il tatuaggio è a tutti gli effetti una ferita e in questo articolo andremo a vedere come curarlo in modo che la guarigione avvenga correttamente.

Cura del tatuaggio

Vi sarà capitato di vedere dei tatuaggi con parti di colore o di linee saltate e magari avrete pensato che il tatuatore abbia fatto male il suo lavoro.
Beh, non sempre è così! Nella metà dei casi non è colpa del professionista, ma del cliente.

Tante volte si sottovaluta la cura.
Curare male il tatuaggio fa si che il processo di guarigione si rallenti e c’è la possibilità che le crosticine che si formano non cadano naturalmente ma si strappino,  portando via parti di tattoo.

Dopo questa piccola premessa, andiamo ad analizzare passo per passo come curare il nostro tatuaggio.

  • Togliere la pellicola

Cura Del Tatuaggio

Una volta finita l’esecuzione, il tatuatore stenderà un velo di vasellina sul tatuaggio e lo coprirà con della pellicola trasparente.
La vasellina è una crema molto densa che serve ad ammorbidire la pelle e ad arginare il sanguinamento. Per questo viene utilizzata sia durante la realizzazione del tatuaggio che subito dopo, come prima terapia.
La pellicola, o cellofan, si usa come barriera per evitare che polvere e sporco entrino in contatto con la ferita.
In questo modo si riduce il rischio di infezioni.

Dopo un massimo di 4 ore, questa prima barriera deve essere tolta per permettere alla cute di respirare.

In estate o durante i periodi più caldi, generalmente si tiene un massimo di due ore a causa della sudorazione eccessiva che aumenta il rischio di proliferazione batterica.

Nel caso in cui doveste andare in posti dove c’è dello sporco o della polvere dopo aver tolto la pellicola la prima volta , coprite nuovamente il tatuaggio con dei vestiti in cotone, della garza o nuovamente con della pellicola.

Anche durante la prima notte coprite il tatuaggio. Eviterete di sporcare lenzuola, coperte e cuscini.

NB: Prima di togliere qualsiasi tipo di barriera e toccare il tatuaggio, lavatevi le mani anche se sembrano pulite.
Sembrerà eccessivo, ma le mani sono uno dei mezzi più potenti per quanto  riguarda la contaminazione!

  • Lavaggio e applicazione della crema

Cura Del Tatuaggio

Tolta la pellicola, lavate il tatuaggio con acqua pulita, tiepida e sapone neutro.
Cercate di non  strofinarlo e non tenerlo direttamente sotto l’acqua corrente: la cute è molto irritata e sentireste dolore.

Asciugate dunque il tatuaggio tamponandolo con un asciugamano pulito e possibilmente non ruvido.

Fatto ciò, applicate un velo sottile di crema idratante e non profumata come il Bepanthenol.

Cura Del Tatuaggio

Il lavaggio, compreso di crema, deve essere ripetuto dalle 3 alle 5 volte al giorno fino a che il tatuaggio non sarà completamente guarito.

Cura Del Tatuaggio

NB: Evitate le pomate cortisoniche, antibiotiche, alcoliche e profumate.
Andrebbero ad intaccare la guarigione e potrebbero rovinare il risultato finale.
Evitate inoltre la vasellina: essendo una pomata grassa, farebbe come da tappo, impedendo la traspirazione e rallentando la guarigione.

Cura del tatuaggio: Cosa Evitare

Il processo di guarigione del tatuaggio dura in media 30 giorni anche se in alcune parti del corpo come le piegature, risulta essere più lungo .
Durante questo periodo è bene evitare alcuni comportamenti.

  • Non rimuovere le croste

Dopo qualche giorno, sul tatuaggio compariranno delle crosticine più o meno estese.
Queste tendono a prudere: non toglietele!
Rischiate di far saltare parti di colore o linee e rovinare il tatuaggio stesso.

  • Non grattate il tatuaggio

In caso di forte prurito, spalmate un velo di crema idratante e massaggiate.

  • Evitate la piscina e il mare per almeno una settimana

Cura Del Tatuaggio

  • Controllate l’esposizione solare

Durante il processo di guarigione, coprite il tatuaggio con una garza.
Una volta curato completamente, utilizzate la protezione solare massima per evitare di rovinare il colore.

  • Preferite vestiti comodi
  • Evitate la depilazione ed i traumi

Può sembrare esagerato, ma la cura del tatuaggio è importante quanto l’esecuzione.
Curare i tattoo parzialmente o affatto, rischia di compromettere il risultato finale e aumenta il rischio di infezioni che possono avere conseguenze anche gravi.

Infezioni

Cura Del Tatuaggio

Un piccolo paragrafo è necessario per quanto riguarda le infezioni.

Se il tatuaggio presenta gonfiore, rossore prolungato e fuoriuscita di pus, contattate immediatamente il medico curante.
Nonostante conoscano i rischi e siano professionisti, i tatuatori  non possono aiutarvi in questi casi.

 

Speriamo che questo articolo vi sia stato utile per capire meglio come curare i vostri capolavori e perché.
Per altre informazioni riguardanti l’esecuzione e la cura dei tatuaggi, potete visitare la nostra sezione “Materiali Tattoo” .

Come sempre, per qualsiasi informazione o chiarimento non esitate a contattarci: da oggi potete farlo anche su Instagram!

 

 

Commenti

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Cerca

Articoli Popolari

Seguici Su Facebook